logo

I.C. "Foscolo – Gabelli"

VIA CARLO BAFFI, 2/4 71121 FOGGIA (FG)

Sei in > Eventi > La Scuola primaria Gabelli a #ioleggoperché
La Scuola Primaria “Gabelli” partecipa al Contest di #ioleggoperche con attività di lettura condivisa presso la libreria @RioBolibrerie. “Inclusiva…mente insieme per un mondo migliore e accogliente”: questo l’evento programmato per i giorni 9, 10 e 11 novembre che vedranno le classi quarte e quinte della Scuola partecipare alle attività previste.
Una delle condizioni essenziali affinché la scuola possa efficacemente diventare inclusiva è la realizzazione di un clima sociale positivo che possa garantire l’accettazione e il rispetto delle diversità.
Tale clima favorisce la sicurezza, l’autostima, l’autonomia e la motivazione all’apprendimento scolastico.
Dire che leggere è un diritto di tutti non basta, per leggere, dobbiamo fare in modo che le letture siano davvero accessibili a tutti.
Leggere è un diritto di tutti perché la lettura è un potentissimo mezzo di inclusione e partecipazione.
Leggere include perché favorisce una narrazione personale che permette di organizzare ed esprimere ciò che abbiamo dentro, è uno strumento per raccontare la propria esperienza.
Non siamo nati per leggere, ma possiamo imparare ad amare la lettura leggendo libri scelti “per”, ma soprattutto, “con” i bambini.
Leggere richiede tempo e anche molta attenzione e concentrazione. Ai piccoli lettori deve essere data la possibilità di leggere nel rispetto dei propri tempi e delle proprie competenze di lettura. I traguardi vanno celebrati e non confrontati.
Leggere ad alta voce dimostra le proprie inesauribili potenzialità anche ai nostri bambini più piccoli della scuola primaria, sviluppando in loro una maggiore capacità di comprendere le storie e un intenso sviluppo della funzione dell’immaginazione.
Tra gli altri incredibili effetti della lettura ad alta voce è possibile rubricare quello relativo alla capacità di migliorare le relazioni e l’empatia, facilitare l’inclusione e l’accettazione delle differenze in un modo molto semplice: dedicando uno spazio (non inferiore ai 30 minuti) alla lettura del maggior numero di storie possibili con la maggiore varietà possibile.
Ecco che in un’epoca in cui drammatici episodi di intolleranza e di contrasti tra culture differenti sono all’ordine del giorno, la lettura educa a sfuggire alla logica della contrapposizione per conquistare libertà e pace perché si può sempre andare oltre, camminare, ripensarci e tornare indietro per poi ricominciare.
Leggere ad alta voce, dunque, permette di sperimentare tutte le emozioni che i nostri piccoli lettori vivono durante la lettura.
Per seguire tutte le attività svolte segui l’evento alla pagina facebook
https://m.facebook.com/events/860566918285982

5 Novembre, 2022

Pubblicato in: Eventi, In primo Piano